Dolomiti freestyle – Progetto Faloria

Ci troviamo a Cortina, quest’ anno le Dolomiti sono state graziate con tanta neve e quindi per i locals la primavera ha portato la possibilità di vivere ancora tante giornate in montagna, lasciando spazio alle idee più creative.

In particolare, oggi vogliamo raccontarvi di un nuovo progetto sorto nel cuore delle montagne di Cortina: il progetto Faloria. Un iniziativa di un gruppo di ragazzi locali che combina freestyle, touring e vita montana in una maniera unica. Il progetto consiste nella realizzazione di un percorso di salti lungo il Canyon di Faloria, Cortina, con la sola forza delle gambe per salire e delle braccia per spalare la neve.

11052021 Schermata 2021 05 11 alle 13.36.16 min
Metal in volo

Abbiamo intervistato Davide (Metal) Bressan, uno degli artefici, per raccontarvi nel dettaglio cosa fosse questo strampalato e accattivante progetto.

Ciao Metal, presentati: da dove vieni e che fai nella vita?

Ciao! Sono nato e cresciuto in provincia di Venezia, ora vivo a San Vito di Cadore e lavoro con l’associazione sportiva dilettantistica FairPlay. Durante l’inverno insegno snowboard e telemark, durante l’estate organizzo corsi di skate. Inoltre mi occupo di riprese e montaggi video in diversi ambiti, principalmente legati all’outdoor.

10052021 Schermata 2021 05 10 alle 11.26.36
Davide (Metal)

Cos’è il progetto Faloria?

Il progetto Faloria è un’avventura tra amici che amano la montagna e sognano di volare, chi con lo snowboard, e chi con i droni!

30032021 DSC01923 min
Mauro in aria con il Cristallo come sfondo

Come è nata l’idea?

Alcuni amici videomaker mi avevano chiesto di realizzare qualche ripresa in ambiente di montagna per arricchire il proprio portfolio, così ho pensato che sarebbe stata l’occasione perfetta per potermi ricollegare ad una vecchia idea che mi frullava per la testa già da anni, ovvero costruire una snake run all’interno del canyon del Faloria. Fortunatamente i miei amici sono stati abbastanza folli da appoggiare il progetto e abbiamo deciso di organizzare questo shooting in alta quota!

10052021 Schermata 2021 05 10 alle 11.15.18
Shred e casa

Chi sono gli autori di questo progetto? Solo locals o avete riunito un po’ di riders da tutta Italia?

Riders: Matteo ‘Cippo’ Sarto, Paolo Contiero, Riccardo ‘Berga’ Bergamasco, Mauro Bisol, Giulio Galanti, Mirko Caregnato, Davide ‘Metal’ Bressan.
Filmers: Nicola Bertato, Cristian Cesaro, Matteo Zamengo.
Arriviamo tutti da diverse zone del Veneto.

Il team

Quanto è durato in tutto il progetto e come si è svolto (quanta preparazione e quanto effettivo sci/tavola ai piedi)?

Il progetto è durato 10 giorni, i primi 3 giorni sono serviti per portare in quota tutto il necessario per allestire il campo base: il primo giorno siamo partiti in due, convinti di riuscire a trainare una slitta che conteneva tutto ciò che ci sarebbe servito da li a 10 giorni… pensavamo di poter fare un viaggio di sola andata, ma ben presto abbiamo realizzato che sarebbe stato impossibile trainare tutto quel peso da soli e un po’ alla volta abbiamo lasciato indietro gran parte del materiale, che abbiamo poi recuperato nei giorni seguenti.

 

PHOTO 2021 03 23 11 40 01
Il carico iniziale che è stato poi frazionato

Nel frattempo qualcuno veniva e qualcuno andava, finché dal quarto giorno ci siamo potuti dedicare alla progettazione del percorso, costruendo salti e muovendo neve a più non posso.
Il settimo giorno abbiamo accolto i filmer, che sono arrivati con tutto il loro materiale, compreso un generatore che pesava 60kg… indispensabile l’intervento di una motoslitta che ha permesso di avvicinarci al campo base.
Riallestito il campo, abbiamo fatto un sopralluogo di ricognizione nel percorso per organizzare le riprese dei giorni seguenti. Dopo un giorno e mezzo di shooting abbiamo aiutato i filmer a tornare a valle con la loro attrezzatura e noi riders ci siamo fermati un altro giorno per un’ultima session prima di smontare il campo base e scendere a valle definitivamente.

Senz’altro abbiamo passato più giorni dedicati alla preparazione che al riding!

PHOTO 2021 03 26 11 08 50
Duro lavoro per grandi salti

Com’è stato vivere in montagna per tutti quei giorni?

Sicuramente una delle esperienze più intense della mia vita. Ad un certo punto, avvolto nel silenzio della montagna, mi sentivo a casa.

E’ il primo di una lunga serie? O resterà una singola esperienza?

Seguiranno numerose edizioni, con l’intento di organizzarlo sempre meglio, produrre contenuti multimediali unici e soprattutto creare l’opportunità di vivere delle esperienze indimenticabili.

Come ti immagini il progetto fra cinque anni?

Mi immagino un gruppo di amici sempre più affiatato e numeroso, un cuoco nella crew e trick più spessi!

Questo tipo di progetti sono spesso realizzati in America, ma quasi sempre con l’aiuto di motoslitte o impianti di risalita veri e propri. Qual è la più grossa differenza ed il valore aggiunto di realizzare un progetto del genere contando solo sui propri muscoli?

In questo modo la soddisfazione è incomparabile, diventa più facile apprezzare ogni piccolo risultato e le emozioni sono amplificate. Ti sembra di essere solo Tu e la Natura, si instaura un contatto più profondo con ciò che ti circonda, il tempo si trasforma ed è magnifico. Inoltre è gratis!!!

PHOTO 2021 03 26 14 35 40

E’ anche molto Green/Eco sostenibile come cosa: era una delle motivazioni di partenza? Oppure è solo un plus?

Inizialmente non lo avevamo considerato come tale, ma è sicuramente un valore aggiunto, potrebbe diventare un punto chiave del progetto nelle edizioni future.

Per concludere, raccontaci se c’è stato un momento particolarmente speciale durante tutti i giorni passati in montagna.

Ce ne sono stati diversi… ma per citarne uno ricordo l’emozione che ho provato nel momento in cui ho stompato il mio trick durante la prima sessione di riprese: ero così contento che dopo tanti sacrifici e tanto allenamento ero riuscito a portare quel trick in ambiente, che mi veniva quasi da piangere! Era come vivere il sogno che inseguivo fin da quando ero un ragazzino.

Grazie mille a Metal per averci raccontato questo bellissimo progetto, che è solo l’inizio di un evento che speriamo si ripeterà e crescerà negli anni a seguire. A breve un aggiornamento con il video edit completo del progetto.Salti e Dolomiti promettono molto bene, quindi STAY TUNED!

Con il supporto di @ferrino_official 

@adventure.addicted

Adventure Addicted
Autore
Gabriele Simonetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *